Campo invernale is coming…

Campo invernale is coming…

Il Reparto “Carla Di Risio” si prepara a vivere il Campo Invernale, la prima occasione che i ragazzi hanno per vivere sotto lo stesso tetto, conoscersi e instaurare relazioni autentiche, capaci di superare gli “schermi” della “società liquida” in cui viviamo. Baden Powell, infatti, ci insegna che il campo è la parte gioiosa della vita di uno scout. Vivere fuori, all’aperto, tra montagne e alberi, tra uccelli e animali, tra mari e fiumi da esplorare… “reca tanta gioia e salute, quanta mai ne potete trovare tra i muri e il fumo della città”.

Per i più grandi sarà l’occasione per mostrarsi competenti e responsabili agli occhi dei più piccoli, consapevoli che “nessun insegnamento vale quanto l’esempio”. Per i più piccoli, invece, sarà un’esperienza vera di confronto, di crescita e di scoperta della vita di Reparto. Per tutti, staff inclusa, saranno tre giorni all’insegna della gioia di stare insieme e di condividere le difficoltà affrontandole con il sorriso, perché “un sorriso fa fare il doppio di strada di un brontolio”.

Con l’occasione ricordiamo a tutte le famiglie la necessità impellente di consegnare l’autorizzazione alla partecipazione dei propri figli, la fotocopia della tessera sanitaria e la quota di partecipazione. Per chi non l’avesse ancora fatto, invece, c’è urgenza di consegnare i documenti per il censimento all’A.S. 18/19 (ricevuta versamento, scheda di iscrizione, modulo privacy debitamente sottoscritto, scheda conoscenza), pena il non essere autorizzati a partecipare al campo invernale. Alleghiamo tutti questi file a questo articolo con lo scopo di facilitarvi nella pronta consegna, certi della vostra collaborazione.

Buona caccia e buone feste! 🙂

Il vero significato della Legge Scout..

Il vero significato della Legge Scout..

L’esperienza scout è un esercizio quotidiano delle dieci semplici indicazioni racchiuse nella Legge Scout, indicazioni che coniugano un valore ad una pratica. Applicarle, viverle e metterle in atto ci aiuta a stare meglio, ad incontrare gli altri con spirito aperto, mai per sfidarli, ma per sfidare noi stessi ad essere e diventare migliori. Ogni volta che proclamiamo la Legge, ci viene in mente un episodio della nostra quotidianità in cui abbiamo praticato e vissuto questi valori, perché non rimangano solo parole.

La legge scout non è una regola da osservare supinamente, o un decalogo da recitare nei momenti ufficiali, bensì uno strumento per realizzare qui, in questo tempo, e nel nostro territorio, un’esperienza di bellezza. Per realizzare cose belle e necessario farlo insieme agli altri, lealmente, con gioia, in armonia con il Creato e senza spreco di risorse; questo per noi scout implica meritare fiducia, saper obbedire ad un insegnamento e farlo con limpidezza, con cortesia e leggerezza, con purezza d’animo.

Ecco, allora, che lo sguardo si allarga alle volte in cui viviamo il gioco in Branco, in Reparto e in Comunità R/S, con spirito gioioso, e a quando, dopo un grande gioco combattuto, riusciamo ad essere dispiaciuti dopo averlo perso e allo stesso tempo a fare festa con la sestiglia/squadriglia/ronda vincente, o a tutte le volte in cui alla fine di una salita con lo zaino che ci spezza la schiena abbiamo appreso il significato dell’essenzialità e della leggerezza che si guadagna portando insieme il peso.

E dopo un lungo marciare avremo capito che osservare la Legge non è applicare una regola, ma solo uno strumento per testimoniare la giustizia. È solo la giustizia che può animare il nostro andare. È solo la giustizia che può far vivere gli uomini e le donne in pace, come fratelli e sorelle.

La giustizia in questo mondo è il nostro fine, la Legge solo uno strumento…ed è questo che ci rende uomini e donne liberi.

Buona caccia, buon volo, buona strada!