L’amore di una donna, Mysa.

L’amore di una donna, Mysa.

L’amore di una donna, Mysa. Una donna che ci ha insegnato ad amare e a donarci ai più deboli, agli ultimi, a chiunque ne abbia bisogno. Il 15 giugno 2019 – a Campobasso – abbiamo ritirato per te una targa in occasione del Premio San Giorgio, che per noi “non è un premio, ma un invito per tutti, dal più grande al più piccolo, a seguire quello che mamma seminava”, come ci ha detto Mariateresa.

Senza mai aspettarti ricompense e premi, hai sempre aperto la porta a chiunque avesse bisogno di te, senza remore e con coraggio. Hai donato umilmente, senza chiedere che qualcuno donasse a te. Hai “moltiplicato l’amore” e oggi – attraverso questo riconoscimento – ci chiedi di continuare a moltiplicarlo per chi verrà, di essere di esempio per “lasciare il mondo un po’ migliore di come lo abbiamo trovato”.

E noi siamo qui, desiderosi di farlo. VOGLIAMO SERVIRE, come tu hai sempre fatto. Non sei altrove, sei e sarai sempre tra noi e camminerai sulle nostre gambe ogni volta che sapremo leggere una richiesta di aiuto negli occhi di un fratello e avremo la forza di non ignorarla.

Chi non vive per servire, non serve per vivere. — Don Armando